Studio AdPanel Natale 2021

Studio AdPanel Natale 2021

Anche quest’anno, molti marchi dedicano particolare attenzione alle attività mediatiche del periodo natalizio. Questo è il secondo anno di fila che le feste di fine anno si svolgono a fronte di condizioni pandemiche. Occorre quindi domandarsi quale impatto avrà tale contesto sul comportamento d’acquisto e sulle spese natalizie.

Nell’ambito di un sondaggio rappresentativo per la Svizzera tedesca, Admeira ha raccolto le domande più importanti sulle attività mediatiche natalizie di quest’anno al fine di offrirvi importanti spunti per le vostre strategie mediatiche in vista delle imminenti campagne natalizie.

Spese previste per le festività del 2021

In media, il budget previsto è di CHF 346, valore che aumenta significativamente con l’età o il reddito. Ad esempio, le persone di età superiore ai 55 anni si prevede spenderanno in media CHF 459 per i propri cari. Spenderanno soprattutto per i propri figli (CHF 164), ma anche i nipoti giocano un ruolo importante a riguardo, con una media di CHF 66 a loro destinati.

Il gruppo target premium di 45-64 anni, economicamente interessante, prevede di spendere in media un totale di CHF 396. Questo importo è chiaramente al di sopra del valore medio, ma leggermente al di sotto della spesa del gruppo di età argento (55+), che è economicamente più rilevante in relazione al business natalizio. L’ambito più decisivo per il gruppo di età premium di 45-64 anni è il settore dei regali a «moglie/marito/partner».

Anche chi dispone di un reddito familiare superiore a CHF 12’000 prevede di spendere di più per la propria partner o il proprio partner, seguiti da fratelli e sorelle, genitori e dai propri figli. Per tali membri stretti della famiglia, prevedono di spendere addirittura fino a CHF 640.


La ricerca dei regali è ancora in pieno svolgimento

Per molti, la scelta del regalo giusto non è ancora completata. Anche se alcuni hanno già un’idea approssimativa dei regali che sceglieranno, non hanno ancora trovato i prodotti giusti. Così, poco meno del 35% degli svizzeri tedeschi sta ancora cercando un prodotto adatto nel settore libri/cartoleria e solo il 10% ha già scelto un prodotto di questo settore. I partecipanti al sondaggio si mostrano un po’ più determinati quando si tratta di dolciumi e generi alimentari, dove il 14% privilegia già specifici prodotti.

Spunti per la vostra strategia natalizia

Tradizionalmente, i consumatori trovano principalmente ispirazione per le idee regalo presso i punti vendita (30%). In tempi di pandemia, tuttavia, i canali promozionali per la scelta dei regali assumono un ruolo più importante. La TV in particolare è stata indicata come la prima fonte di ispirazione mediatica dal 25% degli intervistati. Anche qui vale quanto segue: più alto è il budget per i regali di Natale, maggiore è l’attenzione in TV. La pubblicità televisiva è il modo migliore per raggiungere i cacciatori di regali con il maggior potere d’acquisto.

In definitiva, il fattore decisivo è individuare quali specifici marchi mediatici riescono a raggiungere le persone che non hanno ancora scelto in concreto i prodotti. Rispetto ai concorrenti, SRF 1 e SRF 2 mostrano elevata idoneità a raggiungere segmenti molto ampi di questi interessanti gruppi target.

Ai risultati dettagliati dello studio

Maggiori informazioni direttamente da:

Fahrni Samuel
Samuel Fahrni

Research Specialist